Ultima modifica: 26 settembre 2014

Storia della scuola

Memoria e realtà

L’edificio che ospita l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “A. Righi” ha acquisito negli anni 1964/65 l’attuale denominazione insieme con la nuova destinazione: originariamente era una struttura di accoglienza per giovani orfani e bisognosi.
Al “Righi” si giunge attraverso una rete viaria piuttosto tortuosa, sulla quale si affacciano strutture abitative antiche e recenti che circondano la Chiesetta rurale di Pepe, testimonianza di un passato agricolo.
Negli anni ’80, per corrispondere all’incremento di utenza, si è aperta in Vico Vitetta, a sud di Reggio C. una sede succursale, che allo stato attuale è in via di disattivazione a seguito dell’ampliamento dei locali della sede centrale.

Dalla terrazza pensile dell’Istituto è possibile godere dello straordinario panorama della città e dello stretto di Messina.
Ciò contribuisce ad accrescere l’interesse e la sensibilità per la salvaguardia dell’ambiente, nella sua dimensione naturale ed urbanistica.
I contenuti del sapere privilegiati nell’I.T.S.G. “A. RIGHI” vengono trasmessi ed elaborati sia nelle aule, centri di studio, sia nei laboratori, all’avanguardia per le attrezzature e i supporti didattici.
L’Istituto, inoltre, è dotato di altri “spazi culturali” efficienti: la biblioteca costituisce il cuore della ricerca umanistico – scientifica e delle attività tecnico professionali; le aule multimediali rappresentano una risorsa – valore per la promozione culturale degli allievi e lo sviluppo di competenze adeguate.
Nella grande ed attrezzata palestra vengono offerte opportunità di crescita fisica, spirituale e momenti di incontro e socializzazione.